Polizia Locale. Il giudice convalida l'arresto del 44enne violento. Sabato aveva ferito compagna e figlio minorenne con un coltello da potatura

Arresto convalidato quest’oggi per l’uomo 44enne, di origine marocchina ma da tempo residente nel comune di Cisterna, che l’11 marzo verrà processato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

A dare l’allarme intorno alle 18,45 di sabato su quanto stava accadendo all’interno dell’appartamento in cui la famiglia risiede, è stato uno dei figli che ha raggiunto il Comando di Polizia Locale per chiedere aiuto.

Subito due pattuglie, appena rientrate dai numerosi interventi sulla viabilità per i danni causati dal maltempo, sono intervenute ricevendo anche l’ausilio dei Carabinieri.

Una volta all’interno dell’abitazione, gli agenti hanno potuto verificare l’effettiva aggressione e le lesioni prodotte da una forbice da potatura ai danni della donna e del più grande dei figli, i quali sono dovuti ricorrere alle cure del Punto di primo soccorso di Cisterna.

Subito tratto in arresto, l’uomo questa mattina è comparso di fronte al giudice che ha convalida l’informativa redatta dalla Polizia Locale e disposto la detenzione nel carcere di via Aspromonte in attesa dell’udienza del prossimo 11 marzo.

“La presenza della Polizia Locale sul territorio – ha commentato il Comandante Raoul De Michelis – è importante per garantire un preciso punto di riferimento per i cittadini e per garantire un tempestivo intervento”.

Cisterna di Latina, 25 febbraio 2019