Comunicati Stampa
Ultimo aggiornamento: 10.10.02 10:38:50
COMUNICATO STAMPA
OPERE PUBBLICHE: INACCETTABILI I RITARDI DELLE IMPRESE




Cisterna di Latina, 14 ottobre 2002

Questo Sindaco e questa Amministrazione sono impegnati nel tentativo di rendere migliore il volto della città.
Uno sforzo che si scontra con le difficoltà dovute al fatto che alcune ditte, pur essendosi aggiudicate da tempo la realizzazione di importantissime opere pubbliche, non hanno ancora iniziato i lavori.
"Non si riesce a colmare, nonostante i tentativi di sollecito - afferma il Sindaco -, il distacco tra la elaborazione politica e la esecuzione delle opere. Si assiste, infatti, alla impossibilità di compiere importanti opere pubbliche perché le imprese aggiudicatarie dei lavori di costruzione falliscono clamorosamente tutti gli obiettivi, ed i tempi burocratici non possono costituire una scusante.
La ditta Borrelli s.r.l. si è aggiudicata la gara per la ristrutturazione dell'ala nord di Palazzo Caetani. Ha sottoscritto il verbale di consegna dei lavori nel quale prevedeva il loro inizio per il giorno 7 ottobre 2002, ma ad oggi non si vede ancora aperto il cantiere.
La ditta Petrianni, invece, in un recente incontro aveva assicurato l'avvio dei lavori di rifacimento dei marciapiedi in località Cerciabella entro l'inizio del mese di ottobre mentre, fino a questa mattina, non risulta che l'impegno sia stato rispettato.
La ditta Esgra, di Cisterna di Latina, si è aggiudicata la gara per la realizzazione dei lavori di riqualificazione di Corso della Repubblica, ma ancora non si riesce a firmare il contratto e, quindi, la città vede ritardata la realizzazione di un'opera che, insieme al collegamento delle tre piazze, rinnoverebbe l'aspetto urbanistico del centro cittadino, con immaginabili benefici per la città e gli operatori economici.
Così pure ad oggi non vediamo i progetti di opere importantissime per la vivibilità del paese come la strada di collegamento tra il quartiere San Valentino ed il centro urbano in zona C8 e C9, e della palestra nel quartiere San Valentino.
Ancora una volta si assiste ad un palleggiamento di responsabilità tra i tecnici incaricati che come effetto ha avuto il mancato deposito, ad oggi, dei progetti di queste due opere il cui ulteriore ritardo nell'esecuzione crea disagi quotidiani a migliaia di cittadini e rallenta lo sviluppo del quartiere".