Comunicati Stampa
Ultimo aggiornamento: 11.24.08 11:43:12

BANDO DI PUBBLICO INCANTO

(attuazione della determinazione  n. 305 del  22.04.2002)

Lavori di restauro conservativo - settore nord -  del Palazzo baronale Caetani.

Importo complessivo: €  369.278,58.

4. MODALITA’  CONTRATTUALI

Appalto a misura ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto degli artt.19, comma 5, e 21 comma 1, lett.a) della legge n.109/94 e  s.m.i..

5. QUALIFICAZIONE

Categoria Generale prevalente: OG 2 - Classifica II (lavori  fino a  1.000.000.000  -  Euro   516.456,90).

6. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA

Saranno ammessi a partecipare alla gara i soggetti di cui all'art. 10 della legge 109/94 e successive modifiche ed integrazioni, costituiti da imprese singole o imprese riunite o consorziate ai sensi degli artt. 93, 94, 95, 96 e 97 del D.P.R n.554/99 ovvero da imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi dell’art.13, comma 5, della legge 109/94 e s.m.i..

 Per le imprese aventi sede in altri Stati membri della CE, l'iscrizione alla S.O.A non è richiesta, ed è sostituita dalla documentazione prodotta, secondo le normative vigenti nei rispettivi paesi, del possesso di tutti i requisiti prescritti per la partecipazione delle imprese italiane alle gare (art.8, comma  11-bis, della legge 109/94 e s.m.i ed art. 3, comma 7, del D.P.R   n.34/2000 ).

Non possono partecipare alla medesima gara imprese che si trovino in una delle situazioni di controllo di cui all’ art. 2359 del codice civile.

E’ fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di una associazione temporanea o consorzio di cui all’ art. 10, comma 1, lett. d), e) ed e) bis ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora abbia partecipato alla gara medesima in associazione o consorzio. I consorzi di cui all’ art. 10, comma 1, lett. b) e c) sono tenuti ad indicare, in sede di offerta, per quali consorziati il consorzio concorre; a questi ultimi è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima gara.Sono vietati le associazioni in partecipazione, le associazioni temporanee ed i consorzi concomitanti o successivi all’aggiudicazione della gara.

L’inosservanza di tali divieti comporta l’annullamento dell’aggiudicazione o la nullità del contratto, nonchè l’esclusione dei concorrenti riuniti in associazione o consorzio concomitanti o successivi alle procedure di affidamento dei medesimi lavori.

7. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE:

 E' indetta gara di pubblico incanto ai sensi dell'art. 21, comma 1 bis, della legge 109/94 e successive modificazioni ed integrazioni, per i lavori indicati al punto 2 del presente bando, secondo il criterio del massimo ribasso sull'elenco prezzi posto a base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza non soggetti a ribasso, con esclusione automatica delle offerte che presentino una percentuale di ribasso pari o superiore alla media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del dieci per cento, arrotondato all’unità superiore, rispettivamente delle offerte di maggior ribasso e di quelle di minor ribasso, incrementata dello scarto medio aritmetico dei ribassi percentuali che superano la predetta media.

La procedura di esclusione automatica non sarà esercitata qualora il numero delle offerte valide risulti inferiore a (5) cinque. La stazione appaltante si riserva comunque la facoltà di sottoporre a verifica le offerte anormalmente basse.

8. TERMINE DI ESECUZIONE DELL' APPALTO:

Giorni 240  naturali e consecutivi decorrenti dalla data del verbale di  consegna dei lavori o, nel caso di consegna frazionata, dall’ultimo verbale di consegna parziale.

Per ogni giorno di ritardo verrà applicata una penale €/giorno pari  258,29.

9. FINANZIAMENTO E MODALITA' DI PAGAMENTO:

L'opera è finanziata come segue:

- per € 335.288,04 attraverso l’accensione di un mutuo presso la Cassa DD.PP. posizione n. 4367042/00;

- per € 181.168,86 attraverso fondi regionali di cui all’art.25 della legge regionale n.7/99.

10. ELABORATI A BASE DI GARA:

La documentazione posta a base di appalto (Capitolato Speciale d’Appalto - opere edili e impianti elettrici - Elenco prezzi unitari, Stima lavori, Computo metrico estimativo, Cronoprogramma dei lavori,  Piano di sicurezza e coordinamento,  Relazione tecnica, Lista delle categorie di lavoro e forniture, Elaborati Grafici di progetto da Tav. 1 a Tav. 26 e Tav. 27 e 36)  potrà essere visionata il Mercoledì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 ed il Giovedì dalle ore 15:30 alle ore 17:30 presso il Settore LL.PP. di questo Comune. Copia completa di tutti gli elaborati documentali a base di gara, potrà essere acquistata per la somma di €……………………., da versare all'atto dell'acquisto, presso la Centro Stampa snc, via Brigate Partigiane, 04012 Cisterna di Latina, tel./fax 06/9682283, dando alla stessa congruo preavviso.

11. MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE:

Le Imprese interessate dovranno far pervenire all'indirizzo di cui al precedente punto 1 del presente Bando, esclusivamente a mezzo servizio Postale Nazionale, un plico contenente, pena l'esclusione, l'offerta e tutti i documenti di cui al successivo punto 12, confezionato, pena l’ esclusione dalla gara, con le modalità sottoindicate.

Detto plico dovrà essere sigillato con ceralacca, controfirmato sui lembi di chiusura, e dovrà pervenire, pena l’ esclusione, entro le ore 13:00 del giorno  28.05.2002.

Sul plico dovrà essere chiaramente leggibile, la dicitura "Lavori di restauro conservativo - settore nord - del Palazzo baronale Caetani”, nonchè il nominativo del soggetto mittente o, nel caso di riunione di imprese, i nominativi di tutte le imprese riunite o costituende, evidenziando altresì l'impresa mandataria. Offerta e documentazioni dovranno essere redatte in lingua italiana o corredati di traduzione giurata. L'apertura dei plichi pervenuti avverrà il giorno 30.05.2002 alle ore 10:00 presso l'aula delle riunioni del Settore tecnico di questo Comune anche se nessuno dei concorrenti fosse presente nella sala della gara.

Potranno assistere all'apertura dei plichi i Titolari o i Legali Rappresentanti dei soggetti partecipanti, ovvero loro delegati muniti di apposita delega scritta.

12. DOCUMENTI DA INCLUDERE NEL PLICO DI OFFERTA:

A)  Offerta di gara, resa in forma di dichiarazione redatta in lingua italiana, su carta da bollo competente, contenente la misura della percentuale di ribasso dell'offerta, così in cifre come in lettere, senza abrasioni o correzioni di sorta, sottoscritta con firma leggibile e per esteso dal titolare dell'impresa o dal legale rappresentante della Società o ente cooperativo.

L' importo complessivo dei lavori non potrà essere superiore a quello posto a base di gara.

Qualora nell'offerta vi sia discordanza tra il numero in lettere e quello in cifre, sarà ritenuta valida l'indicazione più vantaggiosa per l' Amministrazione.

L’ offerta dovrà essere chiusa in apposita busta sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, e nella quale non dovranno essere inseriti, pena l'esclusione dalla gara, altri documenti.

Tale busta di offerta dovrà altresì riportare, chiaramente leggibile sul frontespizio, la dicitura “Lavori di restauro conservativo - settore nord - del Palazzo baronale Caetani”, nonché il nominativo del soggetto mittente.

B) Dichiarazione sottoscritta dal Titolare o del Legale Rappresentante della ditta ai sensi del Testo Unico “in materia di documentazione amministrativa” approvato con D.P.R  28.12.2000  n. 445 presentata unitamente alla copia fotostatica, non autenticata, di un documento di identità del sottoscrittore, così come previsto dal combinato disposto degli artt.47, comma 1, 38, comma 3 e 21, comma 1 del predetto  Testo Unico  recante il riferimento all’oggetto della presente gara d’appalto, con la quale l’impresa attesti, sotto pena di esclusione:

- che l'offerta tiene conto degli oneri previsti per l'attuazione del Piano di Sicurezza  ai sensi e per gli effetti dell'art. 31 della legge 109/94 e successive modifiche ed integrazioni;

- le opere che si intendono subappaltare;

- di aver esaminato gli elaborati progettuali, ivi compreso il computo metrico, di essersi recata sul posto ove debbono eseguirsi i lavori, di aver preso conoscenza di tutte le condizioni locali, della viabilità di accesso, delle cave eventualmente  necessarie e delle discariche autorizzate, nonchè di tutte le circostanze generali e particolari che possono aver influito sulla determinazione dei prezzi, delle condizioni contrattuali e che possono influire sull'esecuzione delle opere, e di aver giudicato i lavori stessi realizzabili, gli elaborati progettuali adeguati ed i prezzi medesimi nel loro complesso remunerativi e tali da consentire il ribasso offerto;

- di aver effettuato uno studio approfondito del progetto, di ritenerlo adeguato e realizzabile per un prezzo corrispondente all’offerta presentata;

-  di non aver violato il divieto di intestazione fiduciaria posto dall’art.17 della legge n.55/90;

- di accettare l'applicazione, all'appalto in questione, delle vigenti disposizioni legislative e regolamentari in materia di esecuzione di lavori pubblici, con particolare riferimento alle condizioni previste nel capitolato generale d’appalto approvato con D.M. LL.PP. n.145/2000, nonchè le condizioni del Capitolato Speciale d'Appalto posto a base di gara;

- di non trovarsi in alcuna delle condizioni di incapacità a contrattare con la Pubblica Amministrazione, ai sensi degli artt. 120 e seguenti della legge 689/81;

- la insussistenza di forme di controllo - o come controllante o come controllato - con le altre imprese partecipanti alla gara, così come previsto dall’ art. 2359 c.c.;

- di non essere stata temporaneamente esclusa dalla presentazione di offerte in pubblici appalti;

- di non aver commesso  grave negligenza o malafede nell'esercizio della propria attività professionale relativamente ai lavori affidati da codesta stazione appaltante;

- di non aver reso false dichiarazioni in merito ai requisiti ed alle condizioni rilevanti per concorrere all'appalto e per il conseguimento dell’attestato di qualificazione nell’anno antecedente la data di pubblicazione del presente bando;

- di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di eventuali maggiorazioni per lievitazioni dei prezzi che dovessero intervenire durante l’esecuzione dei lavori, rinunciando fin d’ora a qualsiasi azione o eccezione in merito;

- di aver accertato l’esistenza e la reperibilità sul mercato dei materiali e della mano d’opera da impiegare nei lavori,  in relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi;

- di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla legge n.68/99.Tale dichiarazione dovrà essere resa anche se negativa (ad esempio “per occupazione di un numero di disabili inferiore a 15”), pena l’esclusione dalla presente gara così come espressamente previsto dall’art.17 della  legge n.68/99;

- l’inesistenza, a carico dell’impresa, di infrazioni gravi, debitamente accertate, attinenti agli obblighi relativi al pagamento dei contributi sociali secondo le disposizioni di legge italiana o del paese di provenienza, compresi quelli relativi alla Cassa Edile;

- l’inesistenza, a carico dell’impresa, di irregolarità, debitamente accertate, attinenti agli obblighi relativi al pagamento di tasse ed imposte seconda la legislazione italiana  o dello Stato in cui l’impresa è stabilita;

- l’inesistenza di violazioni gravi, debitamente accertate, attinenti alle norme in materia di sicurezza ed ad ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro;

- di obbligarsi ad attuare, a favore dei lavoratori dipendenti e, se cooperative, anche dei soci, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti di lavoro e dagli accordi integrativi degli stessi, applicabili alla data dell' offerta alla categoria e nella località in cui si svolgeranno i lavori oggetto del presente appalto, ed a rispettare le norme e le procedure previste dalla legge 55/90.

C)

a) per le imprese individuali:

Dichiarazione relativa:

-  all’assenza di sentenze passate in giudicato ovvero di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art.444 c.p.p. per qualsiasi reato che incida sull’affidabilità morale o professionale;

- all’assenza di sentenze di condanna con il beneficio della non menzione ovvero di irrogazione di pene patteggiate ovvero di applicazione della misura della sorveglianza speciale ovvero annotazioni di sentenze ancorché non definitive relative a reati che precludono la partecipazione alle gare d’appalto;

- all’assenza di carichi pendenti (personali ovvero per estensione nei propri confronti delle misure di prevenzione irrogate – negli ultimi cinque anni - ad un proprio convivente) relativi a procedimenti per l’ applicazione delle misure di prevenzione previste dall’ art. 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423 o di una delle cause ostative previste dagli artt. 10 e seguenti della legge 31 Maggio 1965, n. 575 e successive modifiche ed integrazioni, relativa al Titolare della ditta ed al/ai direttore/i tecnico/i qualora questi sia persona diversa dal titolare;

- Dichiarazione attestante che a carico della ditta:

1. risulta l’inesistenza dello stato di fallimento, di liquidazione o di cessazione dell’attività;

2. non risultino in corso procedure di fallimento, concordato preventivo, amministrazione controllata o di liquidazione coatta amministrativa  aperte in virtù di sentenze o decreti negli ultimi cinque anni;

3. non risultino presentati ricorsi e/o istanze di fallimento negli ultimi due anni.

- Dichiarazione di iscrizione al Registro delle Imprese, costituito presso la Camera di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato competente, di data non anteriore a sei mesi da quella della gara, resa dal Titolare o dal Legale Rappresentante della ditta offerente, ai sensi del combinato disposto degli artt.46, comma 1 e 38, comma 3 del  Testo Unico “in materia di documentazione amministrativa” approvato con D.P.R  28.12.2000  n. 445 dalla quale risulti:

1. il numero di iscrizione nel registro;

2. i nominativi e  le date di nascita  di titolari, dei soci, dei soci accomandatari, delle persone designate a rappresentare ed impegnare legalmente l’ Impresa, dei direttori tecnici;

3. che l’impresa non si trova in stato di liquidazione o fallimento, o che non abbia presentato domanda di concordato.

b) per le società commerciali, cooperative e/o loro consorzi:

Dichiarazione relativa:

-  all’assenza di sentenze passate in giudicato ovvero di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art.444 c.p.p. per qualsiasi reato che incida sull’affidabilità morale o professionale;

- all’assenza di sentenze con il beneficio della non menzione ovvero di irrogazione di pene patteggiate ovvero di applicazione della misura della sorveglianza speciale ovvero annotazioni di sentenze ancorché non definitive relative a reati che precludono la partecipazione alle gare d’appalto;

- all’assenza di carichi pendenti (personali ovvero per estensione nei propri confronti delle misure di prevenzione irrogate – negli ultimi cinque anni- ad un proprio convivente) relativi a procedimenti per l’ applicazione delle misure di prevenzione previste dall’ art. 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423 o di una delle cause ostative previste dagli artt. 10 e seguenti della legge 31 Maggio 1965, n. 575 e successive modifiche ed integrazioni, riferite al direttore/i  tecnico/i e per tutti i soci, se trattasi di società in nome collettivo, per il direttore/i tecnico/i e per tutti gli accomandatari se trattasi di società in accomandita semplice, per il direttore/i tecnico/i e per gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza per gli altri tipi di società e/o consorzi;

Dichiarazione attestante che a carico della società, della cooperativa e/o loro consorzi:

1. risulta l’inesistenza dello stato di fallimento, di liquidazione o di cessazione dell’attività;

2. non figurino in corso procedure di fallimento, concordato preventivo, amministrazione controllata o di liquidazione coatta amministrativa, aperte in virtù di sentenze o decreti negli ultimi cinque anni.

3. non risultino presentati ricorsi od istanze di fallimento negli ultimi due anni.

-  Dichiarazione di iscrizione al Registro delle Imprese, costituito presso la Camera di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato competente,  dalla quale risulti:

1. il numero di iscrizione nel registro;

2. i nominativi e  le date di nascita  di titolari, dei soci, dei soci accomandatari, delle persone designate a rappresentare ed impegnare legalmente l’ Impresa, dei direttori tecnici;

3.che la società non si trova in stato di liquidazione o fallimento, o che non abbia presentato domanda di concordato.

D) REQUISITI MINIMI DI CARATTERE ECONOMICO FINANZIARIO E TECNICO -ORGANIZZATIVO:

Certificato di attestazione S.O.A (o fotocopia sottoscritta dal legale rappresentante ed accompagnata da copia del documento di identità dello stesso) per categorie  e classifiche corrispondenti a quelle richieste al punto 5 del presente bando di gara (OG 2). Nel caso di concorrenti costituiti da imprese associate o da associarsi, più attestazioni (o fotocopie sottoscritte dal legale rappresentante ed accompagnate da copia del documento di identità dello stesso)  rilasciata/e da società di attestazione regolarmente autorizzata/e, in corso di validità per categorie  e classifiche corrispondenti a quelle richieste al punto 5 del presente bando di gara (OG 2).

Ai sensi del combinato disposto degli artt. 46 - 47, comma 1, 38, comma 3 e 21, comma 1 del Testo Unico “in materia di documentazione amministrativa” approvato con D.P.R  28.12.2000  n. 445, la documentazione richiesta ai precedenti punti B) e C)  può essere sostituita dalla produzione di un unico modulo, quale quello allegato al presente bando di gara, correttamente compilato in ogni sua parte e sottoscritto, in maniera leggibile, dal Titolare o dal Legale Rappresentante della ditta offerente. L’omissione delle informazioni richieste, l’errata compilazione dello stesso nonché l’assenza della firma autenticata o della firma corredata della fotocopia di valido documento della persona titolata costituisce motivo di esclusione dalla gara.

Si sottolinea che ai sensi dell’art. 76 del del Testo Unico “in materia di documentazione amministrativa” approvato con D.P.R  28.12.2000  n. 445 l’esibizione di dichiarazioni contenenti dati non rispondenti a verità equivale a falsità in dichiarazioni rese a pubblico ufficiale con punizione delle stesse ai sensi della legge penale.

Nelle dichiarazioni dovranno essere precisati denominazione e ragione sociale, codice fiscale e partita IVA, della ditta offerente.

c) per le associazioni di imprese:

Scrittura privata resa ai sensi dell'art. 95 del D.P.R n.554/99 dalla quale risulti:

- il conferimento di mandato speciale, gratuito ed irrevocabile, all'impresa capogruppo da parte delle imprese riunite (la procura relativa deve essere conferita a chi legalmente rappresenta l'impresa capogruppo);

- l'inefficacia, nei confronti della Stazione Appaltante, della revoca del mandato stesso per giusta causa;

- l'attribuzione al mandatario, da parte delle imprese mancanti, della rappresentanza esclusiva, anche processuale, nei confronti della Stazione Appaltante, per tutte le operazioni e gli atti di qualsiasi natura dipendenti dall'appalto anche dopo il collaudo dei lavori e fino all' estinzione di ogni rapporto in merito all'appalto stesso.

L'impresa capogruppo dovrà altresì presentare, per sé e per ognuna delle imprese associate, tutte le documentazioni di cui al presente par. 12, con la sola esclusione, relativamente alle imprese mandanti, della attestazione di cui al successivo punto E). Alle associazioni temporanee di imprese ed ai consorzi di cui all’art.10, comma 1, lett. d), e) ed e-bis) trovano applicazione le disposizioni contenute nell’art.95, commi 2 e 3 del D.P.R n.554/99.

 

E) Attestazione in originale della Stazione Appaltante che il soggetto offerente ha preso visione, presso il Settore LL.PP. della stessa, degli elaborati posti a base di gara e che ha verificato la disponibilità in loco della mano d’opera necessaria per l’esecuzione dei lavori nonché la disponibilità di attrezzature adeguate all’entità, alla tipologia ed alla categoria dei lavori in appalto. Tale attestazione verrà rilasciata al titolare o legale Rappresentante od altro soggetto munito di apposita delega scritta della ditta partecipante, che potrà rappresentare una e una sola impresa.

F) Cauzione provvisoria di importo pari a € 7.385,57 (£ 14.300.461 ovvero 2% della somma posta a base di gara)   resa  ai sensi e per gli effetti del combinato disposto di cui agli artt.30, comma 1, della legge 109/94 e s.m.i. e 100  D.P.R n.554/99.

13.AVVERTENZE:

- Le norme regolanti la gara sono tassative ed inderogabili e si dichiara espressamente che si determina l’esclusione dalla gara:

a)   nel caso che manchi o risulti incompleto o irregolare anche un solo documento richiesto o una dichiarazione sostitutiva;

b)   nel caso in cui l’offerta economica non sia contenuta nell’apposita busta debitamente sigillata, timbrata e controfirmata sui lembi di chiusura;

c)   nel caso in cui l’offerta economica ed i documenti amministrativi o le dichiarazione sostitutive non siano contenuti nell’apposita busta esterna debitamente sigillata, timbrata e controfirmata sui lembi di chiusura  e recante l’indicazione sull’esterno della busta, il mittente e l’oggetto della gara.

- La presentazione di una offerta economica non in regola con le disposizioni sul bollo non comporta l’esclusione dalla gara. Nella fattispecie verrà fatta denuncia al competente Ufficio del Registro per la regolarizzazione (art. 19 del DPR 26.10.72 n. 642, come sostituito dall’art. 16 del DPR 30.12.82 n. 955).

- Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente.

- Non sono ammesse offerte in variante, per persona da nominare, condizionate, indeterminate o che facciano riferimento ad offerta relativa ad altro appalto.

- Trascorso il termine utile per la presentazione, non verrà riconosciuta valida alcuna altra offerta anche se sostitutiva od aggiuntiva di offerta precedente.

- Non sono ammesse offerte in aumento.

- In caso di offerte eguali, si procederà all'aggiudicazione per sorteggio a norma del secondo comma dell'art. 77 del R.D. 827/24.

- trovano applicazione le disposizioni previste dall’art.8 comma 11 quater , della legge 109/94 e s.m.i;

- i pagamenti relativi ai lavori svolti dal  subappaltatore o cottimista verranno effettuati dall’aggiudicatario che è obbligato a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato, copia delle fatture quietanzate con l’indicazione delle ritenute a garanzia effettuate;  

- L’Amministrazione si riserva l' insindacabile facoltà di non dar corso alla gara e/o di prorogarne la data, dandone comunicazione ai concorrenti, senza che questi possano in tal caso accampare pretesa alcuna né richiedere il rimborso di alcuna spesa sostenuta per la partecipazione.

- L'appalto sarà aggiudicato anche in presenza di una sola offerta valida.

- l'Amministrazione si riserva la facoltà di accertare, prima della  stipula del contratto d’appalto, la veridicità delle dichiarazioni sostitutive prodotte, ai sensi del precedente art. 12, dall’aggiudicatario, mediante la richiesta di produzione, entro congruo termine, dei relativi certificati in originale e di dichiarare lo stesso decaduto dall' aggiudicazione in caso di mancata tale produzione;

- si precisa che in sede di apertura delle buste delle offerte, ai fini della determinazione della soglia di anomalia, l’Amministrazione non prenderà in considerazione decimali oltre la quarta cifra dopo la virgola con conseguente arrotondamento alla quarta cifra delle eventuali offerte recanti un numero di decimali superiore alle quattro cifre;

- Si riserva altresì di interpellare il secondo classificato al fine di stipulare un nuovo contratto per il completamento dei lavori alle medesime condizioni economiche già proposte in sede di offerta nel caso di fallimento o di risoluzione del contratto per grave inadempimento dell’originario appaltatore, come previsto dall’art. 10, comma 1-ter, della legge 109 e s.m.i. 

14. OBBLIGHI DELL'AGGIUDICATARIO:

Dopo l'aggiudicazione la ditta aggiudicataria sarà invitata a presentare, entro dieci giorni dalla data di ricezione della relativa comunicazione di avvenuta aggiudicazione, e pena la decadenza della stessa:

a) Certificato/i  di cui all’art.7 della legge 19 marzo 1990 n.55 rilasciato/i dalla competente Prefettura in corso di validità o in copia autentica ovvero Certificato di iscrizione alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura, se società di persone, ovvero Certificato di iscrizione al Registro delle Imprese, se società di capitali o cooperative corredata della comunicazione antimafia rilasciata ai sensi e con le modalità previste  dal D.P.R. 3.6.1998 n. 252, il tutto di data non anteriore a mesi sei dalla data di aggiudicazione.

b) La cauzione definitiva pari al 10% dell'importo netto dell'appalto, da prestare con versamento in contanti o mediante fideiussione bancaria o assicurativa ovvero rilasciata da un  intermediario finanziario iscritto nell’elenco speciale di cui all’art.107 del d.lgs. n.385/93.  Si ricorda che nel caso di ribasso superiore al venti per cento la garanzia fideiussoria è aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti il venti per cento ai sensi dell’art.30 della legge 109/94 e s.m.i .

c) La ricevuta di avvenuto deposito spese di contratto, di registro, diritti di segreteria ed accessori, che sono a carico dell'appaltatore a norma dell' art.8 del Decreto del Ministero LL.PP. 145/2000;

d)   Polizza di assicurazione per eventuali danni subiti dal Committente a seguito di danneggiamento o distruzione totale o parziale di opere ed impianti (massimale di € 516.456,90 ovvero £ 1.000.000.000) e per le responsabilità civili del Committente per danni causati da terzi nel corso dell’esecuzione dei lavori (massimale di € 516.456,90 ovvero £ 1.000.000.000) così come previsto dall’art.103, comma I, del D.P.R. N.554/99.

Si sottolinea che la stipulazione del contratto è comunque subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia.

Ove il soggetto aggiudicatario non abbia ottemperato nei termini previsti a quanto richiesto ovvero che non si sia presentato alla stipulazione del contratto nel giorno all'uopo stabilito, la stazione appaltante avrà la facoltà di ritenere l'aggiudicazione come non avvenuta ed in conseguenza procedere all'applicazione delle sanzioni previste dall’art.30 della legge 109/94 e s.m.i.. In tale eventualità l'Amministrazione potrà, a proprio insindacabile giudizio aggiudicare la gara al concorrente che segue in graduatoria.

Il soggetto aggiudicatario si obbliga altresì ad applicare tutte le clausole relative all'osservanza delle condizioni normative e retributive risultanti dai contratti collettivi di lavoro ed alle condizioni previste dalla legge 55/90.

 

15. EFFETTI DELL'AGGIUDICAZIONE:

Mentre l'aggiudicazione si intende immediatamente impegnativa per la ditta, essa non sostituisce il contratto, il quale impegnerà la Stazione appaltante solo dopo la sua sottoscrizione.

16. SUBAPPALTO:

Le opere oggetto del presente appalto non possono essere  concesse in subappalto senza la preventiva indicazione in sede di offerta dei lavori o delle parti di opere che si intendono subappaltare.In ogni caso si applicheranno ai subappalti le disposizioni di cui all’ art. 34 della legge 109/94 e successive modifiche ed integrazioni.

17. VALIDITA' DELL'OFFERTA:

Decorsi centottanta giorni dalla data di presentazione dell'offerta, gli offerenti potranno, previa formale comunicazione, svincolarsi dalla stessa.

Per l'appalto in questione non è ammesso procedere alla Revisione dei Prezzi, e non si applica altresì il primo comma dell'art. 1664 del Codice Civile.

18. RESTITUZIONE DEI DOCUMENTI:

Tutti i documenti ed i certificati presentati dal soggetto aggiudicatario saranno trattenuti da questa Amministrazione. I certificati ed i documenti presentati dai soggetti rimasti non aggiudicatari saranno restituiti, su richiesta del soggetto interessato da effettuarsi entro 30 giorni dalla data di aggiudicazione dell'appalto, una volta effettuata l'aggiudicazione medesima.

Per quanto non specificatamente contenuto nel presente bando varranno le vigenti disposizioni normative e regolamentari in materia di Lavori Pubblici vigenti al momento di pubblicazione del presente bando. Più in particolare la presente pubblicazione avviene sotto la vigenza del  D.P.R 25 gennaio 2000 n.34 e del D.P.R. n.554/99  alla cui normativa si farà riferimento nel proseguo dello svolgimento della procedura d’appalto.La partecipazione alla gara da parte dei soggetti interessati comporta la piena accettazione di tutte le disposizioni contenute nel presente bando, nel Capitolato generale approvato con  Decreto del Ministero LL.PP. n. 145/2000 e nel capitolato speciale d'appalto di progetto.

Il presente Bando è pubblicato in versione integrale sia sul sito www.comune.cisterna-di–latina. latina.it  che sul sito internet della Regione Lazio www.regione.lazio.it.

Cisterna di Latina, li ……………………………………

 

IL  RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

 Arch. Giuseppe Bondì

IL DIRIGENTE DEL SETTORE

TECNICO E TECNICO – MANUTENTIVO

   Ing. Gianfranco Buttarelli

A/F BANDO GARA PUBBLICO INCANTO PALAZZO CAETANI

LAVORI DI RESTAURO CONSERVATIVO “SETTORE NORD” DEL PALAZZO BARONALE CAETANI.

 (Artt. 46 - 47, comma 1, 38, comma 3 e 21, comma 1 del Testo Unico “in materia di documentazione amministrativa” approvato con D.P.R  28.12.2000  n. 445).

IL sottoscritto _______________________________________ nato a _______________ il ______________ e residente  in____________________________  nella sua  qualità di legale rappresentante  per l’impresa concorrente ________________________________con sede in  ___________________________________________telefono n.    _____________________ fax n.   ____________________________Codice fiscale _______________________ partita IVA n. _________________________ concorrente come

Impresa Singola                                                                       SI   ÿ                                             NO

Capogruppo di Associazione Temporanea                       SI                                               NO

Mandante in associazione Temporanea                           Si                                               NO

Imprese mandanti o consorziate (eventuali)         ________________________________

 

per  l’ammissione alla gara d’ appalto per lavori di “restauro conservativo - settore nord - del Palazzo baronale Caetani”

 

DICHIARA

1)   in sostituzione provvisoria del certificato della Camera di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato ( o di un documento equivalente, se l’impresa non è di nazionalità italiana ),  nel quale si rilevano solvibilità ed assenza di procedure concorsuali nonché i legali rappresentanti ed il direttore tecnico :

·      che  a carico dell’impresa  non risultino in corso procedure di fallimento, di liquidazione, di cessazione di attività o concordato preventivo, aperte in virtù di sentenze o decreti negli ultimi cinque anni;

·      che  a carico dell’impresa non risultino presentati ricorsi e/o istanze di fallimento negli ultimi due anni;

·      che la carica di legale rappresentante è ricoperta dal/i  signore/i :

___________________________________nato  a _________________ il____________

___________________________________nato a __________________il ___________

·        che la carica di direttore tecnico è ricoperta dal/i signore/i:

___________________________________nato  a _________________ il____________

___________________________________nato a __________________il ___________

2)   in sostituzione provvisoria del certificato generale del casellario giudiziale (o di un documento equivalente, se l’impresa non è di nazionalità italiana):

·        che non siano state pronunciate sentenze passate in giudicato ovvero di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art.444 c.p.p. per qualsiasi reato che incida sull’affidabilità morale o professionale;

·        che non siano state pronunciate sentenze con il beneficio della non menzione ovvero di irrogazione di pene patteggiate ovvero di applicazione della misura della sorveglianza speciale ovvero annotazioni di sentenze ancorché non definitive relative a reati che precludono la partecipazione alle gare d’appalto;

·        assenza di carichi pendenti (personali ovvero per estensione nei propri confronti delle misure di prevenzione irrogate – negli ultimi cinque anni- ad un proprio convivente) relativi a procedimenti per l’ applicazione delle misure di prevenzione previste dall’ art. 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423 o di una delle cause ostative previste dagli artt. 10 e seguenti della legge 31 Maggio 1965, n. 575 e successive modifiche ed integrazioni a suo carico.

Si sottolinea che il direttore/i tecnico/i se quest’ultimo/i è/sono persona/e diversa/e dal titolare nel caso di impresa individuale, il   direttore/i tecnico/i e tutti i soci,  nel caso  di società in nome collettivo, il direttore/i tecnico/i e  tutti gli accomandatari,  nel caso  di società in accomandita semplice, il direttore/i tecnico/i e gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza  negli altri tipi di società e/o consorzi  sono tenuti a presentare autonoma dichiarazione relativa all’assenza delle circostanze su indicate.

2)   che l’impresa è in possesso  dei requisiti per la qualificazione SOA per categorie e classifiche richieste nel bando di gara  ovvero per  Categoria Generale prevalente OG 2 - Classifica II (lavori  fino a  1.000.000.000  -  Euro   516.456,90) come dimostrato dal certificato di attestazione S.O.A. (o fotocopia sottoscritta dal legale rappresentante ed accompagnata da copia del documento di identità dello stesso) di seguito allegato.

4) in via definitiva che il concorrente è iscritto:

·      come cooperativa  al Registro prefettizio di _______________________ n.__________

·      come Consorzio allo Schedario generale della Cooperazione presso il Ministero del Lavoro al n________________________;

·      come impresa al C.C.I.A.A di _________________________ al n.________________;

5) a titolo di dichiarazione inerente al subappalto:

·      che i lavori o le parti di opere che si intendono subappaltare o concedere in cottimo sono i seguenti: __________________________________________________________________
_________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________;

6) a titolo di dichiarazione inerente all’offerta a titolo definitivo:

·      che l'offerta tiene conto degli oneri previsti per l'attuazione del Piano di Sicurezza ai sensi e per gli effetti dell'art. 31 della legge 109/94 e successive modifiche ed integrazioni;

·      di ave esaminato gli elaborati progettuali, ivi compreso il computo metrico, di essersi recata sul posto ove debbono eseguirsi i lavori, di aver preso conoscenza di tutte le condizioni locali, della viabilità di accesso, delle cave eventualmente  necessarie e delle discariche autorizzate, nonchè di tutte le circostanze generali e particolari che possono aver influito sulla determinazione dei prezzi, delle condizioni contrattuali e che possono influire sull'esecuzione delle opere, e di aver giudicato i lavori stessi realizzabili, gli elaborati progettuali adeguati ed i prezzi medesimi nel loro complesso remunerativi e tali da consentire il ribasso offerto;

·      di aver effettuato uno studio approfondito del progetto, di ritenerlo adeguato e realizzabile per un prezzo corrispondente all’offerta presentata;

·       di non aver violato il divieto di intestazione fiduciaria posto dall’art.17 della legge n.55/90;

·       di accettare l'applicazione, all'appalto in questione, delle vigenti disposizioni legislative e regolamentari in materia di esecuzione di lavori pubblici, con particolare riferimento alle condizioni previste nel capitolato generale d’appalto approvato con D.M. LL.PP. n.145/2000, nonchè le condizioni del Capitolato Speciale d'Appalto posto a base di gara;

·      di non trovarsi in alcuna delle condizioni di incapacità a contrattare con la Pubblica Amministrazione, ai sensi degli artt. 120 e seguenti della legge 689/81;

·      la insussistenza di forme di controllo - o come controllante o come controllato - con le altre imprese partecipanti alla gara, così come previsto dall’ art. 2359 c.c.;

·      di non essere stata temporaneamente esclusa dalla presentazione di offerte in pubblici appalti;

·      di non aver commesso  grave negligenza o malafede nell'esercizio della propria attività professionale relativamente ai lavori affidati da codesta stazione appaltante;

·      di non aver reso false dichiarazioni in merito ai requisiti ed alle condizioni rilevanti per concorrere all'appalto e per il conseguimento dell’attestato di qualificazione nell’anno antecedente la data di pubblicazione del presente bando;

·      di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di eventuali maggiorazioni per lievitazioni dei prezzi che dovessero intervenire durante l’esecuzione dei lavori, rinunciando fin d’ora a qualsiasi azione o eccezione in merito;

·      di aver accertato l’esistenza e la reperibilità sul mercato dei materiali e della mano d’opera da impiegare nei lavori,  in relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi;

·      di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla legge n.68/99 ovvero di non essere tenuto al rispetto delle norme che disciplinano il diritto al lavoro per occupazione di un numero di dipendenti inferiore a 15 (interlineare la parte che non interessa);

·      l’inesistenza, a carico dell’impresa, di infrazioni gravi, debitamente accertate, attinenti agli obblighi relativi al pagamento dei contributi sociali secondo le disposizioni di legge italiana o del paese di provenienza, compresi quelli relativi alla Cassa Edile;

·      l’inesistenza, a carico dell’impresa, di irregolarità, debitamente accertate, attinenti agli obblighi relativi al pagamento di tasse ed imposte seconda la legislazione italiana  o dello Stato in cui l’impresa è stabilita;

·      l’inesistenza di violazioni gravi, debitamente accertate, attinenti alle norme in materia di sicurezza ed ad ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro;

·       di obbligarsi ad attuare, a favore dei lavoratori dipendenti e, se cooperative, anche dei soci, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti di lavoro e dagli accordi integrativi degli stessi, applicabili alla data dell' offerta alla categoria e nella località in cui si svolgeranno i lavori oggetto del presente appalto, ed a rispettare le norme e le procedure previste dalla legge 55/90;

·      di  essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui all’art.10 della legge 675/96, che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa;

·      di essere a conoscenza che l’Amministrazione aggiudicatrice nel caso in cui il provvisorio aggiudicatario non faccia pervenire la documentazione definitiva nel termine di dieci giorni dalla comunicazione di rito, inviata anche tramite fax, è legittimata, per semplice infruttuoso decorso del termine medesimo e quindi senza necessità di costituzione in mora, ad aggiudicare l’appalto al concorrente che segue in graduatoria.

Le su indicate dichiarazioni vengono rese dal concorrente nella consapevolezza delle responsabilità e delle conseguenze sia penali che civili che, ai sensi dell’ art. 76 del del Testo Unico “in materia di documentazione amministrativa” approvato con D.P.R  28.12.2000  n. 445, derivano dalla esibizione di dichiarazioni mendaci, dalla commissione di  falsità in atti e dall’uso di atti falsi nei casi previsti dalla legge.

IL  DICHIARANTE  

Si rende atto che ai sensi degli artt. 46 - 47, comma 1, 38, comma 3 e 21, comma 1 del Testo Unico “in materia di documentazione amministrativa” approvato con D.P.R  28.12.2000  n. 445 non è richiesta l’autenticazione della sottoscrizione del presente modulo, ma il legale rappresentante deve allegare, a pena d’esclusione, la semplice copia fotostatica di un proprio valido documento d’identità.