Comunicati Stampa
Ultimo aggiornamento: 11.24.08 11:43:12
TERMOINCENERITORE: IL COMUNE INVESTE LE PROVINCE DI LATINA E ROMA, E CONVOCA LAAC E WWF


Cisterna di Latina, 29 marzo 2002

L’Amministrazione comunale di Cisterna di Latina, questa mattina, ha consegnato al Presidente della Provincia Avv. Paride Martella, ai Consiglieri Provinciali Paolo Panfili, On. Riccardo Ricciuti ed al Presidente del Consiglio Provinciale Sen. Michele Forte, nonché inviato al presidente della Provincia di Roma Silvano Moffa, una nota relativa alla richiesta di costruire un termoinceneritore a C.D.R. nel territorio di Cisterna.

Nella nota si chiede alle due amministrazioni provinciale, competenti sul Consorzio A.S.I. Roma-Latina all’interno del quale è localizzato l’impianto, di intraprendere ogni opportuna iniziativa al fine di dare una risposta alla contrarietà all’installazione sul territorio comunale di impianti di tale genere, come espresso in Consiglio Comunale con la delibera n.100 del 2000.

In quella delibera, infatti, si da indicazione affinché venga acquisita la proposta di variante urbanistica al Piano dell’Area Industriale in modo tale da estendere alla zona A.S.I. il divieto di insediamento di inceneritori di qualsiasi tipo di rifiuto.

Il Consorzio, di risposta alla richiesta di modificazioni al Piano, ha ritenuto necessario, data la peculiarità della materia che investe specifiche competenze di Enti terzi, individuare una linea di comportamento generale che tenga conto di una pianificazione regionale e provinciale dei rifiuti. Quindi ha investito la Regione Lazio – Assessorato alle Politiche dell’Ambiente, e le Amministrazioni Provinciali di Roma e di Latina affinché, per le loro specifiche competenze in materia, “valutino l’opportunità di intraprendere iniziative al fine di dare una risposta complessiva e generale”.

L’Amministrazione comunale, appena venuta a conoscenza della richiesta di impiantare sul territorio comunale un termoinceneritore, ha tempestivamente contattato la L.A.A.C. (Libera Associazione Ambientalista Cisterna) e già da tempo concordato l’incontro per giovedì 4 aprile a cui è stato invitato il W.W.F. di Cisterna.

Nella riunione di giovedì prossimo si cercherà di definire una posizione unanime della cittadinanza nei confronti del problema e coordinare le eventuali azioni da intraprendere.