Comunicati Stampa
Ultimo aggiornamento: 11.24.08 11:43:12
USI CIVICI: UNA LEGGE PER LA CANCELLAZIONE


Cisterna di Latina, 20 febbraio 2002 Una legge per la cancellazione del secolare vincolo degli usi civici e demaniali.

E’ stato uno dei punti discussi ed approvati, all’unanimità dei presenti (24 voti), nel Consiglio comunale di ieri a Cisterna di Latina.

Preso spunto dall’iniziativa intrapresa dal Comune di Rocca Massima, attraverso il suo Vice Sindaco Angelo Tomei, i Capigruppo Consiliari del P.P.I., Domenico Monti, e dei Democratici, Alvaro Mastrantonio, hanno presentato in Consiglio Comunale un’apposita mozione.

Il testo della mozione: "Considerato che questa Amministrazione Comunale, sin dal suo insediamento, è impegnata ad attivare ogni tipo di iniziativa che possa risolvere l’annosa questione degli usi civici gravanti su alcuni terreni di questo Comune; Ritenuto che si siano finora attivate tutte le procedure possibili per giungere ad una rapida definizione la quale, però, si scontra con una legislazione lacunosa ed inadeguata a causa della secolarità del vincolo; Considerato che il diritto d’uso civico e demaniale e le relative problematiche di tipo urbanistico investono moltissimi comuni d’Italia con gravi conseguenze in termini di sviluppo oltre che rappresentare un considerevole costo per i cittadini i quali inconsapevolmente hanno acquistato terreni gravati da tali vincoli; Vista l’iniziativa promossa dal Comune di Rocca Massima, attraverso il Vice Sindaco Sig. Angelo Tomei, di dare mandato ai parlamentari di attivarsi per una modifica della normativa in vigore che preveda la cancellazione del diritto d’uso civico e demaniale;

SI DELIBERA
di ribadire il proprio impegno per risolvere l’annosa questione degli usi civici e demaniali gravanti su alcuni terreni di questo Comune e di sostenere l’iniziativa promossa dal Comune di Rocca Massima, attraverso il Vice Sindaco Sig. Angelo Tomei, come già fatto anche dalla XIIIa Comunità Montana dei Monti Lepini-Ausoni, dando mandato ai Parlamentari affinché si attivino per modificare la normativa così da consentire la cancellazione del secolare vincolo di uso civico e demaniale consentendo la regolarizzazione di tanti procedimenti urbanistici oltre che uno sviluppo armonico e controllato del territorio".