COMUNICATO STAMPA

 

TORNA LA FONTANELLA A PIANO ROSSO, RUBATA LO STESSO GIORNO IN CUI, DOPO 20 ANNI, ERA STATA INSTALLATA. APPELLO DEL SINDACO E RONDA DEI CARABINIERI

 

Cisterna di Latina, 2 febbraio 2001

Dopo l’autorizzazione degli Uffici Tecnici della Regione Lazio ad un allaccio comunale alla condotta idrica, in meno di una settimana il Comune ha fatto sgorgare l’acqua da una massiccia fontanella in ghisa.

A pochi giorni dal suo furto, ecco di nuovo una nuova fontanella per gli abitanti di Piano Rosso e Prato Cesarino.

E’ stato unanimemente condannato il gesto di alcuni ignoti che il giorno stesso in cui il Comune ha posizionato la fontanella idrica in via Piano Rosso, di fronte alla Madonnina, l’hanno rubata molto probabilmente per farne bella mostra in qualche giardino privato, con disprezzo dell’utilità pubblica e dell’importante significato rivestito da quella apparentemente "normale" fontanella.

Infatti, ci sono voluti circa 20 anni di attese per risolvere l’annoso problema dell’acqua salmastra di Piano Rosso e di buona parte di Prato Cesarino condannando i residenti a lunghi percorsi per poter raccogliere acqua potabile da una condotta pubblica.

Finalmente, nei giorni scorsi, il sopralluogo e l’autorizzazione della Regione ad un allaccio alla sua vicina condotta idrica. Il tutto a spese ed organizzazione del Comune di Cisterna di Latina. Nemmeno 24 ore dopo il posizionamento, molto probabilmente durante la notte, il furto della pur massiccia struttura in ghisa.

Ma il Sindaco Carturan ha dato immediate disposizioni affinché al più presto la colonnina d’acqua fosse ristabilita. E così da questo pomeriggio è tornata a sgorgare acqua potabile in località Piano Rosso.

"Ringrazio i Carabinieri della stazione di Borgo Podgora, nella persona del maresciallo Menchella, - ha detto il Sindaco – che mi hanno assicurato l’attivazione, a partire da stasera, di un servizio di ronda in prossimità della fontanella pubblica. Il furto dei giorni scorsi è sicuramente un atto da condannare. Ma perché questo bene pubblico rimanga al servizio di tutti, è necessaria, oltre alla ronda dei Carabinieri, la collaborazione, sorveglianza e tutela da parte di tutti ad iniziare dai residenti che devono segnalare ogni eventuale presenza sospetta intorno alla fontanella".