COMUNICATO STAMPA

 

E' PARTITO IL PROGETTO "ASSEGNI CIVICI"

 

 

Cisterna di Latina, 20 dicembre 2000

Non semplice assistenzialismo, ma integrazione sociale e lavorativa.

E’ con quest’ottica che è stato avviato, in via sperimentale, il nuovo progetto "Assegni Civici" proposto dall'Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Cisterna di Latina.

L’iniziativa è rivolta a quei soggetti che, a causa di un loro disagio sociale, hanno difficoltà ad inserirsi nel normale circuito lavorativo, e ciò, naturalmente, si ripercuote sul loro nucleo familiare causando problematiche di tipo economico.

Ispirandosi ai principi dettati dalla nuova normativa sull'assistenza, il progetto mira a favorire un momento di crescita della persona, sostituendo lo sterile contributo economico, con un rimborso per un'attività svolta cinque giorni settimanali, per tre ore al giorno, per un periodo di sei mesi, in un ambito utile per la collettività (pulizia, piccola manutenzione, verde pubblico).

Al progetto dell’Assessorato ai Servizi Sociali, in base al soggetto coinvolto, collaborano vari enti come la A.s.l., il Tribunale e le strutture penitenziarie.

Soddisfatto per l’avvio di questa nuova iniziativa l'Assessore alle Politiche Sociali, Dott. Sandro Di Mario.

"Il progetto <<Assegni Civici>> ribalta il concetto di aiuto sociale di tipo economico dando un ruolo attivo all’utente che così opera per la città e riceve, anziché un contributo economico fine a se stesso, un rimborso spese. Ma soprattutto un ruolo utile alla comunità conferendo dignità ed inserimento sociale e lavorativo. Un progetto che può sembrare di poco conto in realtà riveste molteplici fini: uscire dall’umiliazione dell’assistenza per contribuire al decoro e pulizia della città; scovare coloro che richiedono contributi economici mentre svolgono lavori "in nero"; dare una pur minima formazione lavorativa e soprattutto un’integrazione sociale. Deve essere chiaro, però, che il progetto non è assolutamente uno strumento per trovare lavoro, in quanto si tratta di un semplice rimborso spese e della durata di soli sei mesi".